LE CAPACITA’ DI QUESTO GOVERNO

IL GOVERNO E LE STAGIONI:

Estate calda, autunno “caldo” ma piovoso e tempestoso, chissà che non tornino le quattro stagioni come un tempo quando tutto era normale, in cui senza il calendario sapevamo che stagione stavamo attraversando.

Oggi ad agitare le stagioni è la nostra politica, o meglio, è quel buon tempone di Renzi, infatti non scherza davvero, con le sue frasi strampalate, con le sue barzellette sotto forma di programmi per l’economia, tiene veramente il popolo italiano in piena “allegria”.

RENZI BARZELLETIERE:

Su quello che dice Renzi ogni volta che apre bocca, il buon Bramieri non avrebbe problemi a farci un libro di barzellette fuori da ogni schema, belle e veramente comiche.

C’è un aspetto di Renzi che non riesco a capire, il come faccia a convincere fior di politici e di economisti che buona parte di quello che dice, si può fare davvero.

Più ci penso più c’è qualche cosa che non mi convince, credo che qualcuno stia davvero pensando o per meglio dire, sperando, in un mini – colpo di Stato.

POLITICI ED ECONOMISTI:

Molto probabilmente, buona parte di questi politici sorretti nei loro discorsi e nei loro modi di fare da certi cosi-detti economisti, che tutto sanno meno che di economia, sono consapevoli che se ci fosse in Italia un politica – economica seria e funzionante davvero, per loro non ci sarebbe posto causa la loro incompetenza e la loro ignoranza sul settore in cui dicono di essere specialisti.

Molto probabilmente sono consapevoli che non sono capaci e non hanno l’intelligenza di capire, né il funzionamento politico né quello economico specialmente in un tempo in cui la crisi, la recessione oltre ad essere elevata, è stata ed è ancora la più lunga nella storia del mondo, dopo la rivoluzione industriale del 900, che sia mai accaduta.

UN ESAME DI SE STESSI:

Una persona colta o meglio una persona che ha studiato, se riflette ed è in grado di capire se stesso dai giorni della scuola superiore in avanti, può autogiudicarsi in funzione alle occasioni che ha avuto e non ha sfruttato, lo può dedurre dalla preparazione scolastica, ad esempio: quanto tempo le occorreva per capire ciò che doveva studiare e/o sapere dall’insegnamento di quel momento?

Questi politici ed economisti che stanno o che seguono o che approvano ciò che fa e dice Renzi, molto probabilmente esaminandosi, hanno capito che se vogliono avere un posto nella società e nel Governo, devono condividere ed approvare le idee del “ballista”, in quanto nelle stupidate sanno sguazzarci meglio che nella realtà e data la loro poca intelligenza, sanno che non potrebbero “sopravvivere” se ci fosse un altro leader capace ed intelligente.

CHIEDO SPIEGAZIONI:

Vorrei che qualcuno mi spiegasse in quale modo Renzi può sostenere e realizzare almeno una delle cose che predica a squarcia-gola, in quanto secondo la mia modesta opinione non riuscirà a realizzarne neppure una piccola parte e credo che capendo questo potrete intuire che intelligentone deve essere quel politico e/o economista che lo segue e lo approva.

AMMIRATORI DI RENZI:

Nel mese scorso in certi quotidiani, è apparsa la notizia in cui certi personaggi, non politici, sostenevano pubblicamente di essere dalla parte di Renzi in tutto e per tutto e lo sollecitavano ad andare avanti così ed inoltre invitavano i lettori a seguirli.

Mi sono permesso di prendere alcune informazioni per vedere chi erano e cosa facevano nella vita, dico soltanto che avrebbero fatto meglio a starsene zitti, erano semplici figli di Papà che nella vita lavorativa non avevano concluso nulla di nulla e non dico altro.

CAPITALISMO:

Gli economisti che seguono Renzi non hanno capito neppure cose significa la parola “Capitalista” e a chi si addice, se lo avessero capito, la situazione italiana sarebbe già stata risolta e l’Italia potrebbe essere la Nazione in cui in assoluto, si vive meglio di ogni altro Paese.

Il capitalista non è colui che investe il suo capitale, questo lavoro lo fa il “ricco”, mentre il capitalista prende il denaro degli altri ad un determinato costo chiamato interesse, lo investe con lo scopo di ricavarne un profitto, cioè spendere 10 compreso l’interesse pagato per avere il denaro, per poi ricavarne ad investimento finito 11, in tal modo ha già restituito gli interessi, ora restituisce i 10 e a lui rimane un guadagno di 1.

FEGATO E CAPACITA’:

Quindi per essere un capitalista non serve avere denaro, occorre il “fegato” per prendere il denaro a prestito, capacità, intelligenza e credibilità per dare avvio a nuovi progetti redditizi.

Investire non è come risparmiare, è molto più difficile, per risparmiare basta non spendere, per investire invece bisogna spendere per forza, ecco perché occorre “fegato” e capacità, quindi investire il denaro preso in prestito.

CAPACITA’ DI QUESTO GOVERNO:

A questo Governo e alla sua equipe, gli manca il fegato e la capacità di fungere da capitalisti e cioè, come abbiamo detto: prendere il denaro, investirlo e farlo rendere al fine di pagare gli interessi e restituire il capitale preso in prestito.

Questo Governo preferisce prendere il denaro a fondo perduto tramite le Tasse, le Gabelle, i Balzelli e altri marchingegni che gli permettono di sfilare il denaro dalle tasche del popolo.

ESPERIENZA PERSONALE:

Affermo questo non per sentito dire ma per aver vissuto la vicenda personalmente, nella quale eravamo disposti a finanziare certi progetti con garanzia governativa per una restituzione ventennale rinnovabile degli interessi con una certa modalità e/o con un’altra modalità per la restituzione degli interessi e del capitale, ma senza mezzi termini c’è stato detto che lo Stato italiano non ha bisogno di prestiti, in quanto i cittadini stessi sosterranno lo Stato se ce ne sarà bisogno.

La stessa equipe ci ha detto che però avremmo potuto finanziare certe “imprese”, la prima proposta che ci venne fatta era: un’impresa, la quale per salvarsi dal fallimento aveva bisogno di 70milioni, noi avremmo dovuto finanziarla con 5miliardi. Lascio ai lettori usare la fantasia per dedurre che fine avrebbero i 5 miliardi.

LE IMPRESE STANIERE:

C’è un altro aspetto molto inquietante che questo Governo non riesce a risolvere: la questione delle imprese straniere che non investono più in Italia e quelle presenti che se ne vanno.

LA MIA OPINIONE:

Secondo me, se questi politici avessero capito il perché gli investitori stranieri non investono più in Italia e altri se ne vanno via, avrebbero se non altro, almeno cercato di risolvere il problema.

Questo Governo vuol far credere agli italiani che se ne vanno per le Tasse troppo alte, ma non è vero, infatti tutte le imprese straniere che investono in Italia per i primi sei anni sono esenti dalle Tasse.

ECCO IL MOTIVO PER CUI NON VENGONO GLI INVESTITORI NEL NOSTRO PAESE:

Le imprese straniere non vengono in Italia in quanto non c’è un Governo Legale nominato dal popolo come la Democrazia richiede.

Questo Governo si è autonominato, in altre parole, se un domani la Consulta come accade in certe scelte Governative anche dopo anni dichiarasse come d’altronde un giorno dovrà fare, che tutte le Leggi che questo Governo ha fatto, sono nulle in quanto redatte da un Governo illegale perché non nominato dal popolo, potrebbe saltare sia l’esenzione tasse che tutte le altre leggi che favoriscono gli stranieri, con un grave danno per lo straniero che ha investito il suo tempo nel Paese.

Se l’hanno capito o meno non lo so ma pur di tenere la sedia fanno gli ignoranti danneggiando tutto il Paese meno che le loro famiglie.

Tutto questo ci fa capire che non c’è da andare tanto fieri con questo tipo di politici – economisti legati al Governo.

L’ULTIMA IMPENNATA FRESCA DI RENZI:

Durante il suo ultimo discorso all’ONU in cui, senza ne arte ne parte ha rappresentato tutti gli italiani dicendo che l’Italia è pronta al ruolo guida contro la Libia, chissà cosa voleva dire visto il suo menefreghismo in generale, soprattutto con lo sbarco che c’è stato in questi ultimi due anni, dimostrando poco interesse nei confronti di tutti senza mai intervenire neppure nei casi estremi.

IMMIGRAZIONE:

Dobbiamo dire che l’immigrazione è forse la prima forma con cui può sorgere una sorta di terza guerra mondiale e raggiunge e sconvolge non solo l’Italia, ma in qualche modo tutta l’Europa.

Purtroppo le soluzioni finora proposte sono solo rimedi palliativi, non è difficile capirne il perché, basta esaminarli, alla sera cerco di cenare verso le 20:30 così da poter vedere la trasmissione su Rete4 condotta da Paolo Del Debbio, di cui immancabilmente per tutta la durata della trasmissione si parla di come l’Italia sta affrontando questo problema d’immigrazione.

Se ne sentono di ogni sorta, da questa trasmissione possiamo capire la poca praticità che c’è in certi politici italiani che sono al Governo per “salvare” l’Italia.

ECCO COME CERTI POLITICI VOGLIONO COMBATTERE I MIGRANTI:

Le proposte più disparate sono proprio fatte da questi politici: c’è chi propone di fare una barriera navale fra l’Italia e la Libia, c’è chi propone di andare come Governo in quei Paesi da cui provengono questi “poveracci” e aiutarli nel loro stesso Paese, c’è chi propone di affondare il battelli trasportatori di persone, c’è chi propone di non farli sbarcare a costo di spararci, insomma se ne sentono di tutti i colori, al punto tale che ho deciso di non guardare più la trasmissione in quanto sono arrivati a fare migliaia di proposte (alcune senza senso), senza mai concretizzarne una; mi è divenuto anche antipatico, pur non essendo lui il colpevole, il Sig. Del Debbio che ho sempre stimato e stimo ancora.

C’è veramente da pregare il Signore che non scoppi un conflitto mentre al Governo ci sono personaggi – politici del genere, sono talmente incapaci che non sanno quello che dicono, tanto-meno quello che fanno.

POLITICI ONESTI:

C’è molto da dire anche riguardo all’onestà e alla falsità di questi personaggi senza pudore.

Se avete ascoltato qualche telegiornale del giorno 03 Ottobre 2015, avete potuto capire fino a che punto sono ladri e disonesti: proprio coloro che gridavano di dimezzarsi lo stipendio, si sono dati delle pensioni di oltre i 5mila euro al mese più un vitalizio ancora più alto, dopo solo 44 mesi di politica, tutto ciò con l’approvazione e il benestare di Renzi.

VOTAZIONI:

Da quando è in vigore questo Governo non si va neanche più alle votazioni, addirittura la Grecia, di cui hanno fatto credere al Popolo che è più disagiata dell’Italia, in un anno è andata alle votazioni per ben due volte, una per le politiche e l’altra per un referendum sul memorandum.

Noi in 7 anni abbiamo votato per il Governo solo una volta e tutt’ora ci teniamo un Governo autonominato.

Non saremo andati a votare, ma il pasticcio degli esodati non lo abbiamo evitato, non ci siamo evitati i tagli incostituzionali alle pensioni escluse le loro naturalmente, non ci siamo evitati una legge che precipiterà la scuola nel caos, non ci siamo neppure evitati il funerale di Casamonica con la musica del Padrino.

GOVERNO ILLEGALE:

Come vedete questo Governo è illegale e sa far solo cose illegali com’è nel suo stile, forse questa classe politica tiene Renzi al potere per fargli fare ciò che nessun altro Presidente del Consiglio farebbe.

Da quando questo Governo è al potere, le uniche cose che hanno aumentato e fatto bene sono come abbiamo già detto le loro pensioni, il loro vitalizio, ed è aumentata la corruzione e la intermediazione truffaldina.

Molto meglio il tanto criticato Tsipras Greco, almeno lui chiedeva al popolo cosa fare, mentre il nostro Governo continua a promettere grandi cose, ma non fa niente, naturalmente a suo dire la colpa è degli altri.

PARMA 05-10-2015

Ferrari Aldo Pietro