BARABBA A GIUDIZIO

STORIA VERA:
Tanto tempo fa, un mafioso, un capo mafia venne arrestato, ci fu il processo e venne assolto, usci dall’aula del Tribunale, convocò una conferenza e fece soltanto dichiarazioni sulla bontà e la preparazione dei Giudici che lo avevano assolto, disse che erano bravi, intelligenti, sopratutto onesti e che lui aveva sempre avuto fiducia nella giustizia e nei loro rappresentanti, quindi li amava e li rispettava sia ora che in passato e li amerà sempre anche che nel futuro, fu veramente un discorso commovente di una persona che provava veramente affetto e stima sia per i giudici che per la giustizia.

Naturalmente, in seguito venne di nuovo arrestato, ci fu il processo e venne condannato a 12 anni di galera, era il primo grado del processo, convocò ancora una conferenza stampa, e ne disse di tutti colori contro i giudici, che erano balordi, incapaci, che erano corrotti, ladri e gente di poco conto che sfruttano i cittadini e a seconda del partito, non toccano i politicanti del loro partito, disse che sono persone da evitare e non salutarli nemmeno.

PRIMA REPUBBLICA:
Nella Prima Repubblica, sia a destra che ha sinistra, i politicanti facevano il loro mestiere con onestà, dico onestà in quanto erano coerenti con loro stessi, infatti quando un politico veniva scoperto, oppure sospettato di avere commesso una certa illegalità, dava le dimissioni fino a processo avvenuto, se veniva condannato, non faceva più il politicante, se veniva assolto, tornava in politica ma doveva ricominciare da capo per andare al cospetto dei cittadini, non c’è mai stato un caso che il Parlamento abbia negato al politico di non affrontare i processo, se un politico era accusato dalla Magistratura, il Parlamento dava sempre l’ok senza ombra di dubbio.

TERZA REPUBBLICA:
Purtroppo la Prima Repubblica è finita e tutti quei leader dei partiti più o meno sono morti, ora siamo alla Terza Repubblica, al Governo ci sono due partiti che litigano ogni giorno perché i punti di vista sono diversi da uno all’altro, mai visto uno schifo del genere, ma a parte questo, è una continua presa in giro ai cittadini italiani a tutti gli effetti, considerando comunque che io con le mie idee non sono contrario alla Lega, però vendendola ora al Governo, mi sono dovuto ricredere non tanto per il modo di fare politica, ma per l’ipocrisia con cui governano il Paese.

IPOCRISIA:
Non sto parlando solo dell’incapacità di governare un Paese come l’Italia, parlo naturalmente dei due partiti al Governo attuale, l’incapacità è quella del meno, parlo della ipocrisia, ambedue hanno una ipocrisia che neppure la mafia ha mai avuto, ma sotto questo aspetto i veri ipocriti senza ritegno sono i 5Stelle, Salvini fa il suo interesse per accaparrarsi i voti, ma non si era mai pronunciato di essere un puritano ligio alla magistratura e alle leggi vigenti, lui è solo prepotente e rozzo.

LIGI ALLE LEGGI A PAROLE:
Se vi ricordate i 5Stelle hanno sempre detto che non erano corruttibili, ligi alla legalità, ebbene oggi vediamo cosa sta succedendo nel loro partito, la corruzione è all’apice dove loro hanno il potere, usano frasi inventate senza senso per approvare certe leggi che avevano sempre criticato gli altri partiti quando le facevano, ad esempio il condono loro si sono inventati: “Pace Fiscale”, ma a parte questo, quando si trovano col potere e il denaro in mano, sono peggio degli altri.

PAROLE AL VENTO:
Hanno sempre detto che in Parlamento, avrebbero votato a favore che un politico venisse processato se era accusato dalla Magistratura, lo hanno sostenuto a non finire, predicando la loro integrità su tutti i fronti, dicevano e dicono ancora: “noi non siamo come gli altri partiti, noi siamo parlamentari, ma non giudici, se uno è accusato, solo i giudici possono assolverlo, quindi dovrà affrontare il Tribunale”.

ALTRA STORIA VERA:
Abbiamo visto il caso Salvini – Diciotti, infatti all’inizio Salvini era preoccupato, ma poi visto il comportamento dei penta-stellati, è arrivato in Senato con un piglio di trionfo di colui che ha imparato a indossare la stessa faccia sia che dica il vero o sia che dica il falso, ma questo solo perché sapeva come la pensavano i 5Stelle.

Infatti, Salvini, si è presentato eroico come si presentano quelli che sono convinti di avere subito una condanna ingiusta e pronti a lottare per dimostrare il contrario dell’accusa e invece lui, si lui Salvini, il ministro dell’interno, non si difende da nessuno perché ha trovato abbastanza gentili servitori che gli consentiranno di difendersi al processo in quanto sapeva che non ci sarebbe stato nessun processo, sapeva che i 5Stelle al contrario di quello che hanno predicato in campagna elettorale e che predicano ancora adesso, avrebbero detto no, avevano concordato dicendo che al processo: “Salvini non ci va”.

PREDICANO ANCORA CHE CHI SBAGLIA PAGA:
Sia Salvini che i 5Stelle hanno sempre e lo stanno sempre predicando ripetendolo come uno stereo incagliato, che chi sbaglia deve pagare, però indipendentemente che Salvini abbia sbagliato o no, non si saprà mai perché hanno negato il giudizio che lo attendeva e i 5Stelle si sono rimangiati ciò che hanno sempre predicato, hanno negato il giudizio, questa non è solo vergogna, ma è pura ipocrisia di fronte la popolo Italiano che gli aveva creduto.

ROMA LADRONA:
Sia ben chiaro a chi legge, io non ho nulla contro Salvini, ma il suo modo di fare politica da quando è al Governo, non va bene e non fa il bene degli italiani, lui che si è sempre espresso che chi sbaglia deve “marcire in galera”, lui Salvini non ha avuto nemmeno il fegato di sottoporsi al giudizio dei magistrati richiudendosi tra le pareti dorate dell’ex Roma ladrona.

MARCHIO DELL’ONESTA:
Questa volta gli è andata bene che i suoi amichetti invisibili del Movimento 5 Stelle, erano tutti impegnati a lustrare il marchio dell’onestà, mentre arrestavano il loro capogruppo in Comune a Roma, anzi lo hanno espulso dicendo che loro sono più onesti dagli altri, e ribadendo che loro sono diversi dagli altri, loro sono più onesti, e in Parlamento voteranno sempre si, affinché l’accusato venga giudicato, ma guarda caso con Salvini loro “socio” al Governo, hanno votato no, perché? Altrimenti avrebbero perso la poltrona, ora Salvini potrebbe dire e sbraitare a squarciagola: “Roma Ladrona”, ma per il mio interesse.

VOLTAGABBANA:
Tutti i votanti del Movimento 5Stelle, dovrebbero chiedere spiegazione di questo voltagabbana dei 5Stelle e riflettere pensando: “non hanno permesso che un loro “Socio” venisse giudicato per avere “giocato” con le vite umane di donne e bambini, c’è veramente da chiedersi: “cosa faranno allora, se altri ministri e/o parlamentari e/ soci, venissero giudicati per dei motivi futili di truffe o scandali legati al denaro”? Sicuramente tutto andrebbe nel cestino. Ecco chi sono i 5Stelle.

CODICE ETICO:
Gira e rigira se guardiamo la vita privata di Di Maio e altri dei 5Stelle, vediamo che il codice etico del Movimento 5 Stelle, coincide con il gusto del capo politico di Maio, infatti lo si è visto con le vicende legate alla sua impresa privata prima di entrare nel Movimento, lui ha dichiarato che era “estraneo” hai fatti su cose di famiglia.

PER IL BENE DELL’ITALIA:
Hanno salvato Barabba e gli hanno fatto dire in Senato che l’ha fatto per tutti noi italiani, per il bene dell’Italia, e continua a ripetercelo così stentoreo che viene da chiedergli: “Se ne è così convinto, cosa gli costa ripeterlo una volta davanti a un giudice”?

DAVANTI AL GIUDICE:
Ma no, davanti a un Giudice loro non vogliono, loro vogliono che i loro giudici siano i cittadini in quanto stanchi degli immigrati, infatti come popolo lascerebbero correre anche delitti più ravvicinati pur liberarsi delle ossessione immigratoria, il popolo sentendo un ministro che dice: “Sono con Voi”, non gli sembra vero, ma state pur certi, che sono cose che prima o poi il popolo pagherà.

REDDITO DI CITTADINANZA:
Avete visto come sta procedendo il Reddito di Cittadinanza, lo hanno raggirato tanto, hanno creato tanti inghippi, tante procedure, tante cose che nessuno vuole accedersi, all’inizio c’erano più di cinque-milioni di sottoscrittori, che poi ora sono rimasti poco più di un migliaio, così vale con la Pace Fiscale o il Condono, tutte prese in giro, la luna nel pozzo vicino a casa, ma quando la vai a prendere non c’è più, quando ti allontani, ritorna, “Magia” dei 5Stelle e Salvino sta al gioco.

Provate a incontrare un convinto elettore leghista che sta andando i Tribunale col suo avvocato per una udienza che gli costerà soldi, tempo, disonore forse per una sentenza che appare lontana nel tempo e dispendiosa, provate a chiedergli cosa ne pensa e come si sente rappresentato dal suo Leader Ministro. Si ho provato: Si è girato e ha sputato per terra dicendo: “Non me l’aspettavo”.
PARMA 26-02-2019
Aldo Ferrari