LA REPUBBLICA ITALIANA

GIUSEPPE MAZZINI:
Se i Padri fondatori della nostra Repubblica Italiana tornassero adesso, forse si pentirebbero di avere fondato o meglio, avere messo in piedi questo Stato a forma di Repubblica, infatti anche Giuseppe Mazzini voleva una Una Repubblica, uno Stato laico, voleva una Repubblica a carattere profondamente sociale, non certamente che sfociasse in una Repubblica confessionale come è diventata oggi giorno in cui le forze del lavoro non contano più nulla, i fondatori volevano che le forze del lavoro trionfassero sui privilegi e sui raccomandati.

SANDRO PERTINI:
Sandro Pertini su L’Avanti del 2 giugno 1949 scrisse: “In questa Repubblica, invece chi domina ancora, e più prepotente che mai, il privilegio: i ricchi sono sempre ricchi, più ricchi di prima; i poveri sono sempre poveri, più poveri di prima”, così denunciava l’ex partigiano dopo tre anni che la Repubblica Italiana venne fondata, nel 1978 divenne il Presidente della Repubblica Italiana, ma non fece nulla per cambiare le cose, si adeguò al sistema.

FACILI PROMESSE:
Questo purtroppo fa parte dello spirito e/o del carattere italiano, tutti parlano, dicono cose belle e naturalmente “SOCIALI”, fanno campagna elettorale, facendo un’infinità di promesse, giurano e spergiurano che se prendono i voti faranno ciò che dicono, in altre parole per così dire, toglieranno i “privilegi” e le “raccomandazioni”, cosa che fino a questo giorno, non è avvenuta e intanto sono passati quasi 60 anni.

TRE COMANDANTI:
Anche questi due Leader, Salvini e Di Maio, possiamo aggiungere anche il terzo, il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte anche se, almeno fino ad oggi, era un burattino comandato da Salvini e Di Maio, e cioè, sono saliti al potere con promesse che non riusciranno mai a mantenere, nemmeno su quella degli immigrati, e mentre l’Italia guidata da loro va in rovina, loro stanno ancora facendo una campagna elettorale fregandosene per come stanno andando le cose, infatti l’Italia ogni giorno è sempre più povera.

OGGI L’ITALIA:
Non solo l’Italia è sempre più povera, ma anche la lotta alla mafia si è intenerita e la criminalità aumenta sempre più, anche se dicono che i crimini sono calati, ma non è vero, forse fanno meno denunce, poi con questi immigrati allo sbaraglio ognuno sta in casa propria e le città ad un certo orario a passeggiare ci sono soltanto gli sbandati, mentre nei comizi in piazza si parla di decreti, castrazioni e cosa varie, ma solo propaganda, a parte i comizi, non fanno nulla, è veramente diventato un problema vivere in questo Bel Paese, sarebbe veramente frastornato se Sandro Pertini facesse un salto ora: ”Che vergogna”.
CRIMINALITA’ IN AUMENTO:
A Napoli, per un regolamento di conti, un affigliato della mafia o camorra che sia, ha colpito una bambina che si trova in ospedale in fin di vita, a Manduria 6 o 7 minorenni e forse anche due maggiorenni, si presentavano in casa quasi tutti i giorni di un malato e infermo di mente per seviziarlo picchiarlo con del bastoni, tutti ridevano nel vedere i pugni e gli schiaffi, gli scherni, anche in strada, ma nessuno si è preso la briga di difenderlo o chiamare le forse dell’ordine, ma non solo, i due più uno ministri tutto fare, hanno continuato i loro comizi senza presentarsi nel luogo del misfatto sia per dare conforto ai famigliari e hai parenti, ma anche per pesare sul comportamento dei cittadini e sull’indifferenza avvenuta , solo due parole e nulla più. Bella Repubblica.

FAR WEST:
Pertini diceva che doveva essere fondata sul diritto dei lavoratori e tipicamente antifascista, ma oggi la giustizia sociale è una beffa sia per i lavoratori che per i cittadini in genere, è stato fatto un decreto di legge anticrimine che costringe il cittadino ad armarsi per difendersi come nel vecchio Far West in cui eravamo ancora nel 1800.

CERTIFICATO DI GARANZIA:
Abbiamo un Certificato di Garanzia emesso contro a una persona sottoposta ad indagine, ma ancora oggi non si riesce a capire se è un avviso a chi sta per essere indagato, o una prova di colpevolezza, infatti abbiamo tutti i giorni un episodio che in certi casi, chi lo riceve, è ritenuto da subito responsabile, tutti lo sanno, ma nessuno lo vuole cambiare.

LITIGANO MA NON SI DIMETTONO:
Come abbiamo detto, abbiamo due partiti al Governo e due ministri più uno che comandano, litigano fra di loro, ma nessuno si dimette, però intanto in Italia aumenta la povertà, e la disoccupazione rimane in continuo aumento, non c’è più l’impiego a tempo indeterminato, chi vuole fare un mutuo per la casa, deve trovare dei garanti con in soldi in banca, altrimenti niente mutuo.

REDDITO DI CITTADINANZA:
Invece che creare dei nuovi posti di lavoro, hanno stabilito un reddito a chi non lavora con dei personaggi che lo seguono per vedere cosa fa e per trovargli un lavoro e fargli da guardia, affinché che non vada a fare un lavoro in nero che se così fosse, perde il reddito e forse farà un qualche annetto in galera, così le galere le riempiono i lavoratori mentre i mafiosi possono sparare in piazza a chicchessia.

ARTICOLO 18:
Avendo abolito l’articolo 18 dei lavoratori, ha costretto i giovani e quelli di mezza età a fare lavori occasionali, lavori alla giornata e a chiamata che impediscono di fare progetti futuristici ed organizzarsi la vita, inoltre impediscono le banche ad erogare mutui, chi lavora in queste condizioni senza alcuna tutela e in un quadro di fortissima competizione, è ricattabile in tutti i sensi lui e la sua famiglia e non solo, non si può permettere di rifiutare nessuna offerta, anche se il salario è da miseria ed il lavoro, è poco raccomandabile, così oggi, il lavoro povero è diventato una normalità. Una scandalosa normalità.

IL DENARO VA LA MUCCHIO:
Oggi infatti grandi monopoli continuano a moltiplicare i loro profitti e le loro ricchezze, ai lavoratori non rimangono che le briciole, e va già molto bene se rimangono quelle, infatti nella maggioranza dei lavoratori il salario è al di sotto dei bisogni vitali, un tempo in una famiglia di: marito, moglie e due figli, bastava l’uomo a lavorare e la famiglia viveva bene riusciva anche a fare il mutuo per l’appartamento, mentre oggi riescono appena arrivare a fine mese se lavora anche la moglie.

Questo Governo non sta governando bene, dare il voto a un leader solo perché sputa sugli immigrati, è stato un forte sbaglio che ora tutti pagano, speriamo che dopo le elezioni europee, l’elettorato, ritorni alla normalità e ponderi bene prima di dare il voto, non esistono i voti di protesta, perché o protesta o no, quando sono al Governo fanno e disfano, il capace chiede consiglio e si aggiorna, l’incapace sta esattamente facendo ciò che fanno i nostri due più uno, leader. “Che miseria”.
PARMA 05-05-2019
Aldo FERRARI