PROVO TENEREZZA PER SALVINI

BOLGIA SPREGIUDICATA:

La bolgia di Salvini è finita, però ne sono un pochino dispiaciuto, non tanto per la sua persona e il suo modo di fare, ma la sua bolgia così spregiudicata, pensavo che uscisse dal Governo con in mano un programma bene definito, che lo portasse di nuovo a governare con altri partiti, dettando legge per così dire, cioè con un programma in mano da poter ricominciare a governare e non più a fare propaganda elettorale.

QUANTE PROMESSE?

Mi aspettavo che in autunno incominciasse la flat-tax, se non altro per alcune società, che riuscisse bloccare l’IVA, senza che rimanesse come la spada di Damocle sulla testa degli italiani, insomma in base a tutto il suo dire come Ministro degli Interni, mi aspettavo che almeno il 50 per cento se non altro, in autunno iniziasse, anche se ero un poco scettico considerano che anche non fosse andato in porto tutte le sue promesse non potevano avverarsi, però ero convinto che ci fosse almeno un inizio.

DIO SUPREMO:

Ma guarda caso l’uomo che parlava come un dio supremo, era solo un gigante che apriva bocca solo per insultare gli altri ministri italiani ed esteri, ne aveva per tutti, solo lui era capace di risolvere i problemi e portare benessere hai poveri cristi che lo ascoltavano, sembrava veramente un uomo mandato da Dio per risolvere tutti i problemi del mondo e portare benessere agli uomini della terra, specialmente agli italiani che ne hanno tanto bisogno.

Ma guarda caso l’uomo che credevo mandato da Dio, nel momento cruciale, nel momento in ci la gente cerca in qualche modo di riposarsi dopo il lungo lavoro annuale, lui, l’uomo mandato da Dio, invece che risolvere o almeno incominciare a risolvere il problemi che gli italiani avevano già, si ritira e manda tutto all’aria per poi va a sbraitare in giro che la colpa è degli altri, da la colpa ai 5 Stelle, per poi il giorno dopo cerca di rifare sempre con loro, un’alleanza per continuare a governare, il dio in terra si è accorto di avere sbagliato e ha cercato di rimediare come tutti gli uomini normali che sono sulla terra.

FACEVA GUERRA AI POVERI MIGRANTI:

Molto probabilmente in questo periodo che è stato al Governo, facendo guerra ai poveri immigrati che venivano da mare, si è accaparrato una infinità di voti che nella sua testolina si era messo in testa di essere un valido e insostituibile Governatore del Paese Italia, non si è accorto che il suo governare era solo un freno a questa povera gente che scappa dal loto Paese come avevano fatto gli italiani prima e subito dopo la guerra, quando nel Paese c’era la fame.

Quando Salvini era ancora Ministro degli Interni uscente e si arrabbiava prima di inscatolare le sue cose al Viminale, faceva tenerezza vederlo parlare i televisione, per chi naturalmente conosceva i fatti, con il viso contrito raccontava i fatti degli ultimi giorni con una fragorosa profusione di bugie, come se lui ci credesse davvero, fatti che era stato lui a commettere e ha farli commettere, anche cose accadute lungo la campagna elettorale.

FACEVA AMICIZIA CON LA DESTRA:

Infatti nella campagna elettorale camminava a braccetto con Berlusconi e con la Meloni, sembrava un trio che nessuno lo poteva sfatare, anche io ero contento in quanto mi aspettavo che fosse fosse veramente il trio vincente e che finalmente avrebbero potuto avere il voti per chiudere un volta per tutte con i vari governi che dal 2011 andavano al potere senza voto dl popolo.

HA PIANTATO IN ASSO TUTTI GLI AMICI:

Ma guarda caso, all’ultimo minuto ha trovato un accordo con il Movimento 5 Stelle e senza tanti problemi ha abbandonato Berlusconi come se fosse uno qualsiasi, ha piantato in asso la Meloni e se l’hè defilata con i grillini, si è fregato dell’accordo e si è fregato anche dei prestiti avuti da Silvio compreso il 48milioni che gli sono stati sequestrati dalla Procura della Repubblica di Genova.

CAPACE DI CRITICAREE NULLA PIU’:

Ora invece visto che non è riuscito a fare ciò che diceva, infatti prometteva cosa che neppure se fosse stato un dio avrebbe potuto fare, si è defilato anche dai 5 Stelle, era convinto di essere uno stratega, di riuscire a governare senza problemi, facendo tutto quello he voleva denigrando gli altri, infatti quello era il suo unico motto, promettere e denigrare, l’unico che non criticava era Orban, invece che governare, girava le piazze a tenere comizi che in sostanza in ogni comizio diceva ciò che avrebbe fatto, ma che non fece mai e che mai farà, e poi criticava tutti.

SI E’ RIVISTO MA TARDI:

Adesso forse si è dimesso non per sbaglio, ma aveva capito che non era più possibile mantenere tutte quelle promesse che aveva fatto durante la sua campagna elettorale, e che durante i giorni di Governo che ha avuto con Di Maio, capito questa cosa e quindi ha pensato bene di dimettersi per poi dare la colpa ai 5 Stelle, anche se dopo ha tentato di rimediare dicendo che poteva continuare a governare rimettendosi con loro, insomma lo “stratega” si è pestato la coda prima e la testa dopo.

LA LEGA AL CAPOLINEA:

Salvini con questa sua ascesa al Governo e con la politica fatta contro quei poveri diavoli di immigrati, si è guadagnato un sacco di consensi in mezzo al popolo italiano, ma sono consensi che oggi ci sono perché splende il sole, ma lo stesso giorno una piccola nuvola si affaccia all’orizzonte, i consensi spariscono, in altre parole, io credo che Salvini, sia ora in mezzo a una strada, vedrete che anche i sui adepti più fedeli lo abbandoneranno, per farla breve, la Lega secondo me, è arrivata al suo capolinea e ora sta andando alla deriva.

ABBANDONATO COME UN CANE:

Salvini convinto di essere uno stratega, è riuscito a infilarsi da solo nel sacco, ora si inventa poteri forti per dare forza ai suoi fedeli che non lo hanno ancora abbandonato, ma in breve anche questi, quando vedono il vento che tira e che i consensi vengono meno e l’Italia sta andando meglio di quando c’erano loro, perché peggio di così non potrebbe andare, anche questi se ne andranno, e io credo che più o meno, rimarrà solo come un cane abbandonato dai padroni.

ERA UN CRITICONE:

Quest’uomo vederlo ora parlare in televisione, quasi quasi, mi fa tenerezza in quanto era diventato un blagor che girava l’Italia al nord e al sud, anche in Sicilia e in Campania dove è sempre stato odiato, parlava nelle piazze come se fosse stato un dio in terra che aveva salvato il mondo da dei briganti che sfruttavano gli abitanti, infatti non stava seduto nella sua poltrona al Ministero, noo, lui girava e portava conforto criticando gli altri governanti che in qualche modo avevano portato un benessere all’Italia e cercavano di portarne ancora, ma lui non concepiva questo, questi erano solo dei buoni a nulla, ladri e strafottenti da evitare per sempre.

ODIO E IPOCRISIA:

Fa tenerezza quel Salvini che si impegnava a firmare i divieti delle navi cariche d’immigrati che cercavano rifugio e lavoro, l’ultima la Mare Jonio, piena di donne incinte e di bambini che avevano veramente bisogno di aiuto, ma lui imperterrito diceva, si “arrangeranno”, dicendo e cercando ci convincere il popolo italiano che questi erano un problema per tutti noi e per la sicurezza nazionale, quanta ipocrisia sta nell’animo e nel corpo di quell’uomo.

Comunque ora, incomincia la sua solfa con Maria, la Madonna, lui prega il sacro cuore di Maria affinché qualche immigrato compia un reato qualsiasi, affinché possa avere una scusa per criticare tutti gli altri, ma intanto il suo gradimento verso gli italiani cala e comunque sia, arriveranno anche i processi che con la sua bolgia, si è procurato facendo quei reati che solo un sbruffone poteva fare.

Speriamo che l’Italia si liberi, se non altro di questi sbruffoncelli che per 4 voti diventano Dio in terra e guai a chi li tocca, se non altro, è durato poco, speriamo che gli altri che andranno al Governo siano un pochino meglio.

Speriamo bene.

PARMA 04-09-2019

Aldo FERRARI